Visti da vicino. Alla ricerca della “lucanità”

20,00

BRANCATI ROCCO

2019

ISBN 9788881675593

17×24   pp. 288   ill. b/n 

Disponibile anche in eBook a € 13,99

Descrizione

Rocco aveva manifestato da tempo l’idea di raccogliere in volume gli articoli-saggi che aveva scritto durante l’attività giornalistica, sia per la realizzazione di interviste e servizi per la TgR Basilicata, sia per la pubblicazione sulla «Gazzetta del Mezzogiorno», nel suo “Visti da vicino”. Era un progetto a cui aveva lavorato fino al 16 maggio 2017, data di ultimo aggiornamento del file in word, scovato nel suo Apple. Aveva realizzato un indice e una presentazione. Non mancava molto, diceva, giusto qualche autore. Aveva persino scelto l’editore, desiderando che il suo libro potesse avere una distribuzione nazionale.

Ma gli impegni, sempre tanti sul territorio, e la malattia di fine febbraio 2018 di fatto ne hanno lasciato incompiuta l’opera […]. Telecamera ad armacollo e microfono, sempre con sé. Da professionista. Neanche quando è andato in pensione ha smesso di raccontare la realtà, di partecipare a eventi, di intervistare personaggi, di costruire schede per le tante Associazioni, Parchi Letterari e Fondazioni con cui collaborava. Giornalista sempre, fino alla fine.

 

Rocco Brancati, giornalista pubblicista dal 1973 e professionista dal 1979, si è occupato prevalentemente di cultura, prima come redattore del quotidiano «Il Mattino» di Napoli, presso la redazione di Benevento, e successivamente alla Rai, dalla nascita della Terza Rete Televisiva. Dal 1999 al 2014 è stato vicecaporedattore vicario della TGR, la Testata Giornalistica Regionale, della sede della Basilicata. Dal 2001 docente a contratto di “Teorie e Tecniche del Linguaggio Radiotelevisivo” del corso di laurea in “Scienze della Comunicazione” dell’Università degli Studi della Basilicata.

È stato inoltre: Componente della Deputazione di Storia Patria per la Lucania; Membro della giuria di saggistica del Premio Letterario Basilicata; membro del Cda della Fondazione Leonardo Sinisgalli; Cittadino onorario di Tursi e di Aliano; Presidente onorario del circolo culturale “Il Portale” di Pignola; Direttore responsabile della rivista medico-scientifica “La Lucania medica” dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Potenza; Direttore responsabile del Bollettino Storico della Basilicata; Presidente del Club Unesco del Vulture. Principali pubblicazioni: Tormenti, tenebre, visioni: Bios athanatos. Carlo Gesualdo principe di Venosa (1566-1613), 21.mo secolo, Milano 1997; Ritratto di poeta: Albino Pierro. Intrigo a Stoccolma, RCE, Napoli 1999; Stizz’cheja. Giovanni de Gregorio 1579-1656, RCE, Napoli 2000; Quel cafone di Parmenide, RCE, Napoli 2002; Telesolipsismo. Teorie e tecniche dei linguaggi della radio e della televisione, RCE, Napoli 2003; “Il caso Marconi. Cronaca di un falso storico”, in Un’orma non lieve. L’azione riformatrice di Pietro Lacava tra italianità e meridionalismo, Dibuono Edizioni Villa d’Agri 2013; Gerardo Guerrieri (a cura di R. Brancati), Presagi per un teatro nuovo. Le cronache per “l’Unità” 1945-1950, Giuseppe Barile Editore, Irsina 2016. Tra i suoi tanti documentari da citare quello in cui nel 2015 ha anticipato i temi di Matera 2019 e del regionalismo differenziato, Dalla Lucania arcaica alla Basilicata contemporanea tra macro regioni e Matera 2019.

Visti da vicino. Alla ricerca della “lucanità”