Chiaromonte. Un centro italico tra archeologia e antropologia storica Studi in memoria di Luigi Viola

50,00

2020 

Salvatore Bianco, Antonio De Siena, Domenico Mancinelli, Addolorata Preite (a cura di)

Collana Archeologia Nuova Serie

17 x 24

p. 494     3 sedicesimi a colori

ISBN 9788881675654

Disponibile anche nel formato PDF a euro 29,99

 

Descrizione

Esito di un progetto scientifico interdisciplinare, il volume è la sintesi più recente della storia delle ricerche su Chiaromonte e il suo territorio. Ideato dai curatori, da anni impegnati in studi di archeologia e antropologia fisica delle comunità antiche del territorio, il volume, in memoria di Luigi Viola, già Sindaco di Chiaromonte e promotore di azioni volte alla valorizzazione del patrimonio comunitario, delinea in diacronia i momenti della composita antropizzazione preprotostorica e storica dell’area, proponendo in chiave scientifico-divulgativa la conoscenza di un patrimonio culturale che, pur avendo suscitato l’interesse di studiosi, da Dinu Adamesteanu a Edward C. Banfield, pur essendo stato oggetto di esposizioni nazionali (Roma, Napoli, Venezia, Torino, Pompei) ed estere (Strasburgo, Lione, Zurigo, Colonia, Bucarest, Atene, Salonicco, Montreal, Pechino), è stato finora confinato nel ristretto ambito degli studi scientifici.

Il volume, oltre a costituire una importante occasione editoriale per la pubblicazione di complessi finora inediti, come la necropoli medievale di località San Pasquale dalla quale proviene la straordinaria fibula d’oro con paste vitree recante la più antica immagine della Vergine con Bambino nota in Basilicata, restituisce la conoscenza di un patrimonio culturale ormai riconosciuto tra i più importanti della Regione, quale testimonianza del ruolo svolto dalle comunità del territorio nella formazione della storia regionale e dell’Italia meridionale dalla Preistoria all’Età moderna.

 

Chiaromonte. Un centro italico tra archeologia e antropologia storica Studi in memoria di Luigi Viola