-->

Cerca

La perfidia eleatica. Studi su Leonardo Sinisgalli

DELL'AQUILA GIULIA

2017  pp. 256  ISBN  9788881675333

Disponibile anche in formato epub a  10,99

Maggiori dettagli

15,00 €

La perfidia eleatica, il sintagma qui scelto per titolo, assembla due parole ad alto tasso di significato: perfidia è adoperata da Leonardo Sinisgalli nell’accezione meno consueta e più antica di ostinazione, pervicacia, fermezza nel sostenere le proprie idee e ragioni; eleatica fa riferimento alla scuola filosofica di Elea nella Magna Grecia. Gli Eleati nella ricerca della verità si rifacevano a parametri razionali di chiarezza e necessità, assunti anche dal poeta ingegnere. Del resto, come scrive in Lucania, gli è parso che sottigliezza e problematicità animino i luoghi della sua «dolorosa provincia»; per l’appunto, da Elea a Metaponto. Vengono ricostruiti alcuni aspetti della vicenda sinisgalliana. Nonostante l’indubbia e rilevante influenza di Ungaretti su Sinisgalli, finora non si era proceduto a un’organica e documentata ricostruzione; a questa lacuna supplisce il saggio all’argomento dedicato. Così per Sinisgalli scopritore di Lorenzo Calogero: la triste storia del poeta e medico calabrese. Nel terzo contributo, infine, si individua la rinnovata interpretazione che va dai Nuovi Campi Elisi all’Età della luna. Essa viene prospettata come una fase di trapasso dalla «superba» età giovanile alla «decrepita» vecchiaia del poeta e della sua poesia che tuttavia, nonostante le amarezze e le delusioni della maturità, ne esce irrobustita per la serrata connessione con le inquietudini e le incertezze novecentesche cui dà voce.

 

Giulia Dell’Aquila è professore associato di Letteratura italiana nell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e svolge la sua attività di ricerca e didattica presso il Dipartimento di “Lettere, lingue arti. Italianistica e culture comparate”. I suoi interessi di studio toccano larga parte della tradizione letteraria italiana con particolare riguardo al Cinque-Seicento e al Novecento. Fa parte dell’Editorial Advisory Board di “Forum Italicum”; è nel comitato scientifico delle riviste “Studi sul Sette e l’Ottocento” e “Quaderni di didattica della scrittura”. Ha scritto numerosi saggi collocati in riviste, miscellanee e atti di convegno.